Sconti sulle multe

Dalla mezzanotte del 21 agosto scorso è entrato ufficialmente in vigore il “Decreto del Fare”, su cui l’attuale governo punta molto per rilanciare l’economia del Paese, che fra i sui 84 articoli contiene appunto la norma che concede uno sconto del 30% sulle multe pagate entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica.
Si avete capito bene, cari trasportatori, è tempo di saldi anche per le multe!
Tale sconto però non può essere applicato a tutte quelle violazioni per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo o la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida o per violazioni del codice della strada di carattere penale. Ma non preoccupatevi, il buon vigile o carabiniere che vi farà la multa, in ogni caso, apporrà sul vostro verbale se il pagamento scontato è ammesso e l’importo che dovrà essere versato entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione. Non si può in alcun modo arrotondare l’importo, quindi armatevi di spiccioli!
Agosto quindi si conferma il mese degli sconti, chissà che un giorno non si possa avere il 3×2 nelle multe, o addirittura il campione gratuito, per provare l’ebbrezza di aver ricevuto una multa. Inoltre, questo articolo è stato pensato per noi: pensate che in Italia una multa su tre non viene pagata e per questo motivo si prevede un vertiginoso aumento delle persone che andranno a pagare le multe, incentivati da questa ondata di saldi.
A questo punto direi di far luce su questa simpatico articolo, a tutti voi trasportatori sicuramente saranno sorte delle domande.

 

Agosto, il mese degli sconti

 

E SE HO LA MULTA SUL PARABREZZA DELLA MACCHINA?
Qui è il primo nodo: la norma appena pubblicata non prevede questa possibilità e è chiara per quanto riguarda questo punto, poiché parla solo di “notifica”. Logica vuole che possa essere applicata la norma più favorevole al cittadino, secondo consuetudine (hahahaha). Altrimenti, bisogna chiedere al vigile (se è ancora nei paraggi) o al comando di polizia che ha emesso la multa di avere la notifica immediata della multa stessa. Di solito, noi guidatori abbiamo sempre molto tempo a disposizione.

SE MI FERMANO, PER ESEMPIO, PER ECCESSO DI VELOCITA’?
Nel caso in cui la multa venga emessa in stato di flagranza, occorre chiedere al vigile di notificare immediatamente la multa stessa. Chiarendo che si vuole pagare entro cinque giorni per poter usufruire dello sconto. Quindi se andate ai 200km/h dovrete fermarvi, fare retromarcia e andare a parlare coi vigili.

SI PUO’ PAGARE CON CARTA DI CREDITO O BANCOMAT?
È un’altra novità del decreto. Ma per poterlo fare è necessario che la pattuglia abbia il “POS” collegato (e chissà quante lo avranno…). In alternativa, si può pagare con carta o bancomat in Posta, banca o alle ricevitorie Sisal.

E SE VIAGGIO SENZA ASSICURAZIONE?
In caso il conducente sia fermato senza assicurazione e se provveda ad assicurare il veicolo entro 15 giorni, può approfittare dello sconto del 30% sulla sanzione (non sull’assicurazione).