Fare un trasloco

Come affrontare e organizzare un Inventario

Nella nostra vita, prima o poi, ci capiterà di trovarci nel bel mezzo di un trasloco. Questo cambiamento che ci proietta verso un nuovo inizio, provoca forte entusiasmo ed eccitazione, che però viene controbilanciato da un momento di alto stress psicologico. Oltre allo stress, ci saranno anche il panico e l’agitazione a tenerci compagnia, ma dato che (esperienza personale) è praticamente impossibile eliminare queste sensazioni, si possono tuttavia limitare. E’ bene quindi, cercare di organizzare questo evento in modo semplice e intelligente, cercando di risparmiare tempo e ottimizzando le risorse.

 

Fare un trasloco

 

Di seguito vi proporremo una semplice ma efficace guida che possa aiutarvi a capire come organizzare un trasloco.

Innanzi tutto dovremo decidere se sarà un trasloco fai da te oppure un trasloco tramite ditta.

Trasloco "fai da te"

Il vantaggio principale del trasloco “fai da te” è il risparmio. Bisogna però valutare, che in contropartita ci sarà un notevole spreco di tempo e fatica. Questo tipo di trasloco è consigliato quando la distanza tra la “vecchia” e la “nuova” abitazione è abbastanza limitata, e quindi il viaggio da affrontare è sostenibile sia dal punto di vista logistico che economico. A meno che non abbiate un amico che vi possa prestare il furgone, si dovrà tener conto dell’ulteriore spesa relativa al suo noleggio, quindi valutate con attenzione l’ipotesi di intraprendere viaggi troppo lunghi.

Occorrente:

  • Scatoloni
  • Pennarello indelebile
  • Nastro adesivo
  • Etichette
  • Pluriball
  • Furgone

E’ importante iniziare per ordine, scegliamo quindi una stanza da cui partire e quando sarà completamente libera potremo passare a quella successiva. Per prima cosa prepariamo gli scatoloni di diversa misura (possono essere facilmente reperiti nel retro di un negozio), iniziamo mettendo gli oggetti più pensati nelle scatole più piccole e gli oggetti più leggeri (come i vestiti) negli scatoloni più grandi. Nel caso in cui gli oggetti fossero fragili o comunque delicati, avvolgiamoli con la pluriball per proteggerli da eventuali urti. A questo punto, sigilliamo gli scatoloni con il nastro da imballaggio e poniamo su di essi un’etichetta che ne indichi il contenuto. Per non dimenticare gli oggetti da traslocare, ricordiamoci di stilare un semplice inventario man mano che andiamo avanti con i lavori. Il modo di operare per stilare l’inventario, è quindi quello di annotare su carta il contenuto degli scatoloni man mano che si prosegue con i lavori. Quando avremo abbastanza scatole ed oggetti per poter riempiere il furgone ottimizzando al massimo il volume interno, sarà il momento di effettuare il primo viaggio.

 

Trasloco tramite ditta

In questo caso, il vantaggio principale di effettuare un trasloco tramite ditta specializzata, è quello di delegare tutto il lavoro in mano a dei professionisti dotati dei mezzi più appropriati, e quindi ridurre al massimo lo stress da trasloco. Se avete la possibilità economica di affidarvi ad un ditta specializzata fatelo! Vediamo di seguito come comportarsi per affidarsi ad una ditta di traslochi.

Per prima cosa, assicuratevi che la ditta che avete contattato si in grado di offrire adeguate garanzie sui mobili e oggetti che volete trasportare. Un ulteriore accertamento fatelo sui mezzi a loro disposizione, come ad esempio camion con elevatori per permettere un trasloco ai piani più alti senza usufruire di scale o ascensori.

Di norma la ditta, prima di stilare il preventivo, effettua un sopralluogo facendo un inventario degli oggetti da trasportare e verificando se tra di essi ci siano oggetti preziosi o particolarmente delicati. Dopo la stesura del preventivo, informatevi sul valore della cifra assicurata contro i danni e valutate se la cifra è troppo bassa. In caso di oggetti di valore è consigliabile fare una polizza assicurativa a spese proprie.

Il prezzo solitamente varia in modo proporzionale agli accrediti della ditta, infatti un’azienda con un “nome”, dotata di particolare mezzi e personale specializzato avrà un costo differente da una ditta meno accreditata, però si avrà la garanzia di affidarsi ad un’azienda competente.

 

Trasloco low-cost

Se il “fai da te” non fa per voi e se il trasloco tramite ditta è troppo oneroso, usate il nostro sistema! Attraverso i nostri servizi avrete la possibilità di effettuare gratuitamente un preventivo sulla merce che volete trasportare, e vi permettono di risparmiare fino all’80% sulle spese di spedizione. Vi basterà fare un inventario di ciò che volete spedire (come spiegato nel trasloco “fai da te”). Ricordatevi, che oltre ad indicare il contenuto degli scatoloni o l’oggetto stesso, bisognerà prenderne le misure per calcolare il volume!

In che modo?

Assicuratevi di avere a disposizione un metro ed una matita. A questo punto prendete le misure (preferibilmente in centimetri) degli oggetti come la lunghezza, l’altezza e la larghezza, serviranno per calcolare il volume (ma non preoccupatevi lo farà il sito per voi). Dopo di che calcoliamo il peso dell’oggetto, se non è troppo ingombrante basterà una semplice bilancia. Una volta che avete: lunghezza, altezza, larghezza e peso andate su Cargopooling e inserite i dati raccolti. Oltre a queste voci, assicuratevi di compilare anche quella relativa all’indirizzo di ritiro e quella all’indirizzo di consegna, quando avrete completato il modulo cliccate su “ricevi preventivo”.
​Adesso lasciate da parte stress, panico e agitazione, mettevi comodi e aspettate.

Potrebbe interessarti sapere quanto costa un trasloco.