Trasporto Scooter, Motorino e Vespa.

Nel nostro Paese circolano circa 6 milioni di motocicli. Più della metà sono scooter, motorini e vespe, veicoli perfetti per scivolare con velocità in mezzo al traffico urbano ma inadatti a coprire distanze medie e grandi. Cosa succede in caso di trasferimento? Chiunque si sposti da una città all’altra, per lavoro, per vacanza o per qualsiasi altro motivo, è posto davanti al problema del trasferimento del suo amato scooter.

Trasporto Scooter

Ma anche nella compravendita di veicoli usati, sui numerosi siti specializzati, il trasporto scooter da venditore ad acquirente può costituire una grossa difficoltà. Se non volete affidare il vostro mezzo al primo numero in elenco, Cargopooling vi offre un’opzione diversa. Ecco come.
 

Spedire scooter per trasloco o vacanza

Lo scooter è un mezzo di locomozione privata molto utile e funzionale. Poche spese di manutenzione, bassi consumi, facilità di guida. Per questo chi ne possiede uno vorrebbe averlo sempre a portata di mano. Ma trasportare lo scooter nel posto in cui ci troviamo temporaneamente o dove stiamo per trasferirci, è un’operazione tutt’altro che immediata: quasi mai infatti uno scooter può percorrere grandi distanze, e quindi l’unica cosa in questi casi è affidarsi al trasporto per conto terzi, per spedire lo scooter  alla destinazione che ci interessa. Cosa succede allora se decidessimo di spedire uno scooter al mare o in montagna?

Come spedire uno scooter

Se la domanda “come trasportare uno scooter autonomamente a grande distanza” ha una soluzione nello spedirlo affidandosi a vettori terzi, la domanda “come spedire uno scooter” lascia qualche perplessità. Fino al 2011 le ferrovie offrivano un servizio di trasporto moto abbastanza economico ed efficace, che oggi purtroppo è stato dismesso perché ritenuto poco redditizio. L’unica possibilità di trasportare un scooter chiama allora in causa le ditte di spedizioni. 
Qui ci troviamo di fronte a una nuova sorpresa: i vettori tradizionali e più conosciuti non offrono servizi di questo genere. Né con SDA né Bartolini è ormai possibile spedire scooter in Italia o all’estero. TNT resta l’unico vettore, ma occorre trasportare lo scooter  e poi andarlo a ritirare in una delle filiali più vicine. Anche in questo caso quindi, la  spedizione di uno scooter può diventare un’operazione complicata e costosa.

Un’opzione in più sul come trasportare uno scooter

L’alternativa più efficienze su come trasportare uno scooter è oggi rappresentata da trasportatori specializzati. Questi vettori sono attrezzati con mezzi adatti al trasporto di scooter, motorini e vespe in tutta sicurezza, con imballaggi speciali per evitare che qualsiasi danno possa essere procurato ai mezzi. Un salto di qualità molto netto rispetto alle offerte dei trasporti “tradizionali”. Inoltre, questi operatori provvedono al recupero e alla consegna a domicilio, con un servizio molto più efficiente. L’inconveniente di questo tipo di servizi è ovviamente il costo.
Tuttavia, piattaforme di condivisione come Carcopooling, ottimizzando i carichi e il trasporto di più scooter o veicoli insieme, è in grado di fornire la medesima qualità di servizio. Gli svantaggi di questa scelta possono essere legati alle tempistiche di spedizione dello scooter, ma programmando con un certo anticipo la consegna, è possibile risparmiare fino al 80%.

Potrebbe interessarti sapere quanto costa spedire una moto.